Ricerca avanzata
Home Le Collane fuori collana 9788846762986
Libro cartaceo
€ 25,00 € 23,75
Sconto -5 %

Il cinema a Pisa

Dalle origini alla Grande Guerra 1897-1915

Autore/i: Renato Bovani , Rosalia Del Porro

Collana: fuori collana

Pagine: 208
Formato: cm.20x28
Anno: 2022
ISBN: 9788846762986

Stato: Disponibile
  • Descrizione

Domenica 24 gennaio 1897, Regio Teatro Ernesto Rossi: cantanti, acrobati, ballerine, comici, illusionisti si alternano sul palco intrattenendo piacevolmente il pubblico. A un tratto il sipario si chiude e nella sala cala un inatteso profondo buio, poi un violento fascio di luce abbagliante colpisce una tela bianca per un attimo e subito dopo vi iniziano a scorrere incredibili immagini fotografiche ‘in movimento’ che riproducono alla perfezione la vita quotidiana. Immagini così realistiche da sembrare ottenute magicamente, ma l’incredulità e lo stupore degli spettatori dura poco: tutti i presenti vengono emozionalmente coinvolti e gli applausi nascono spontanei e scroscianti...


 


In questo volume, gli autori intendono riportare alla memoria dei pisani un’epoca antica, quando la ‘fotografia animata’ venne presentata per la prima volta in città e in che modo si intrecciò – in tempi rapidi – con la loro vita, radicandosi infine nel tessuto urbano. Nelle cronache del tempo, le prime ‘proiezioni’ vengono considerate soltanto come un evento eccezionale che senza alcun preavviso si introduce nel contesto sociale e nella cultura di un territorio. Non si comprese subito la loro capacità di stravolgere i modi della fruizione visiva fino ad allora noti e dunque di modificare completamente l’immaginario collettivo di tutta una popolazione, indipendentemente dal censo e dal livello di istruzione. Nella stampa locale ci si limitò a descrivere le reazioni degli spettatori e i commenti fatti nei circoli culturali e negli altri luoghi di ritrovo cittadini; non si intuì che questo genere di immagini avrebbe fatto nascere una specifica letteratura, a volte colta, a volte umoristica, infine anche vernacola.
Lo scopo degli autori non è unicamente quello di riscoprire la ‘storia del cinema’ a Pisa e di studiarne le origini per far riemergere un aspetto ‘archeologico’ dimenticato, ma piuttosto di ricostruire le basi sulle quali innestare nuova viva passione per uno spettacolo ancora attuale, sempre innovativo e proiettato verso il futuro.


 


Renato Bovani e Rosalia Del Porro si sono laureati presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Pisa con una tesi in ‘Storia e Critica del Cinema’ incentrata sul ‘cinema delle origini’ con particolare riferimento alla città di Livorno. Dal 1980 si sono dedicati alla ricerca di materiali documentali e iconografici della memoria storica del cinematografo nello specifico territorio dell’area ovest della Toscana negli anni dal 1895 al 1915 compreso.
Quanto emerso dalle loro ricerche in biblioteche e archivi pubblici e privati, e gli studi fatti sulla stampa d’epoca, è stato elaborato e pubblicato inizialmente in numerosi saggi e articoli su quotidiani locali e nazionali e su riviste italiane specializzate nel settore, e successivamente in alcuni volumi.