Ricerca avanzata
Home Le Collane Obliqui (14) 9788846730688
Libro cartaceo
€ 14,00 € 11,90
Sconto -15 %

Teatro

Il sonnambulo, Il mendicante di morte, Ballata notturna

Autore/i: Gao Xingjian
A cura di: Simona Polvani

Collana: Obliqui (14)

Pagine: 132
Formato: cm.14x21
Anno: 2011
ISBN: 9788846730688

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Video
  • Galleria fotografica
  • Recensioni
  • Link correlati

Gao Xingjian, una delle voci più alte dell'avanguardia artistica della Cina, rifugiato politico in Francia dal 1988, ha abbandonato spesso la sua lingua per potersi esprimere. I testi teatrali Il sonnambulo, Il mendicante di morte, e l'inedito Ballata notturna, proposti per la prima volta in Italia in questo volume, sono un viaggio poetico nell'idioma che lo ha accolto. In essi la parola, attraversata e reinventata, svela il mondo facendo sfilare sonnambuli e
nottambuli sospesi fra sogno e realtà. Il fragile equilibrio dei rapporti fra uomo e donna, sempre sottilmente conflittuali; l'incerta consistenza della felicità; la gratuità dell'arte nella società contemporanea sono i tanti fili che si intrecciano in un bisbiglìo di monologhi e dialoghi, scandagli gettati nell'animo umano, essenziali come i gesti di una danza orientale.

[ immagine di copertina: Gao Xingjian, "Le masque", 2011 ]

Gao Xingjian, premio Nobel per la letteratura nel 2000, narratore, saggista, drammaturgo, traduttore, pittore, cineasta, è nato nel 1940 a Ganzhou, nella Cina sudorientale. Dopo aver studiato letteratura francese all'Università di Pechino e tradotto alcuni classici del Novecento, e dopo cinque anni di «rieducazione» imposti dalla rivoluzione culturale, diventa drammaturgo del Teatro dell'Arte Popolare di Pechino (1981). Nello stesso anno si afferma sulla scena letteraria con il Primo saggio sull'arte del romanzo moderno e, a partire dal 1982, con alcune opere teatrali come Segnale d'allarme. In un clima politico sempre più ostile e soffocante, Gao decide nel 1987 di lasciare la Cina. Nel 1988 approda a Parigi, dove vive tuttora. Qui dopo i fatti di Tian'anmen scrive il testo teatrale La Fuga (1989) e conclude il suo capolavoro, La Montagna dell'Anima (1990). Dal 1998 è cittadino francese. Nel 1999 pubblica il suo secondo grande romanzo autobiografico Il libro di un uomo solo. Nel 2000 ottiene in Italia il premio Feronia. Nel 2003 realizza il suo primo poema filmico La Silhouette sinon l'ombre, cui segue Après le deluge (2006).

  • Renata Pisu intervista Gao Xingjian | Pisa, Scuola Normale Superiore, 22 dicembre 2006

  • Gao Xingjian riceve il premio Nobel - video | [ da www.nobelprize.org ]