Ricerca avanzata
Home Le Collane fuori collana 9788846760807
Libro cartaceo
€ 29,00 € 27,55
Sconto -5 %

Sociologia del cinema

Dalla guerra dei sogni al “delitto perfetto”. Seconda edizione

Autore/i: Stefano Alpini

Collana: fuori collana

Pagine: 380
Formato: cm.14X21
Anno: 2021
ISBN: 9788846760807

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Galleria fotografica

Che cosa è la sociologia visuale? È possibile utilizzare il cinema per fare ricerca sociale? Quando nasce la sociologia del cinema? Qual è stato l’impatto della rivoluzione digitale globale sul nostro modello di società?


Il testo cerca di fornire alcune risposte a questi grandi temi collegando in modo interdisciplinare alcuni contributi di grandi autori come Marc Augé, Noam Chomsky, Jean Baudrillard, Pierre Sorlin, André Bazin, Francesco Casetti, Byung-Chul Han. Un percorso storico, sociale e politico analizzato attraverso una serie di opere cinematografiche italiane che vanno dal 1932 ai giorni nostri (da Gli uomini che mascalzoni di Mario Camerini a Troppa grazia di Gianni Zanasi), utilizzando il cinema come “specchio della società”, una finestra sulla realtà, un “artefatto” il cui potere rivelatore sta nella distanza che crea tra il dato sociale e la sua rappresentazione. Immagine globale della realtà, il film non se ne distacca mai completamente: “come gli specchi che incorniciano, delimitano e a volte distorcono, ma in fondo riflettono ciò che riproducono, i film illustrano con efficacia vari aspetti della società contemporanea, con la capacità di far conoscere i tratti di un’identità culturale non accessibile attraverso altre forme” (Pierre Sorlin).

Stefano Alpini, laureato in Scienze Politiche, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sociologia e si è specializzato presso l’Università di Bordeaux (Francia). Produttore e regista cinematografico ha prodotto il documentario 211: Anna, documentario dedicato alla giornalista russa Anna Politkovskaja, uccisa nel 2006, selezionato al Sundance Film Festival e vincitore del premio «Ilaria Alpi» nel 2009. È stato assistente alla regia di Roberto Faenza e ha diretto il film Il giocatore invisibile tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Pontiggia. Dal 2012 insegna Sociologia visuale presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa.


In copertina: Marilyn Monroe sul set del film The Misfits, USA 1960, © foto di Eve Arnold/Magnum/Contrasto.