Ricerca avanzata
Home Le Collane philosophica (254) 9788846760326
Libro cartaceo
€ 19,00 € 18,05
Sconto -5 %

L'altro gusto

Per un'estetica dell'esperienza gustativa - seconda edizione - ampliata, arricchita e rielaborata

Autore/i: Nicola Perullo

Collana: philosophica (254)

Pagine: 254
Formato: cm.14x22
Anno: 2021
ISBN: 9788846760326

Stato: Disponibile
  • Descrizione

L’idea generale alla base di questo libro (qui in una nuova edizione, completamente rinnovata, rielaborata e ampliata) consiste nel suggerire che ciò che va sotto i nomi di “gusto” e di “gastronomia” – secondo Brillat- Savarin, autore de La fisiologia del gusto, “tutto ciò che concerne l’essere umano in quanto si nutre” – può costituire materia di seria indagine filosofica e, in particolare, di esperienza estetica. Tuttavia, un’estetica gustativa può costituirsi solo a patto di impegnarsi in un percorso, insieme storico-critico e teorico, molto più complesso delle semplificazioni e lontano dalla retorica che spesso ammorbano oggi il discorso gastronomico. Questo studio offre, da un lato, una serie di analisi storico- critiche che legano l’esperienza gustativa all’estetica filosofica, attraverso confronti tematici con autori quali, tra molti altri, Hume, Gibson, Dewey, Ingold, Lévinas; dall’altro, esso propone alcune ipotesi teoriche per pensare l’esperienza gustativa secondo gli assi teorici dell’estetica relazionale, partecipativa ed ecologica. Una discussione ad ampio raggio che spazia dal problema della subordinazione filosofica del gusto fino a quello della sua riabilitazione, dalla questione della critica a quella della creatività della percezione gustativa e della cucina, dal rapporto tra arte e artigianato fino al vino, all’olfatto e all’ambivalenza del dolce come sapore e come sapere.



Nicola Perullo (Livorno, 1970) è professore ordinario di Estetica. Dirige la collana Emergenze dell’estetica per Aesthetica Edizioni. Insegna attualmente all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo. Per i tipi di ETS ha pubblicato La scena del senso. A partire da Wittgenstein e Derrida (2011) e ha curato Cibo estetica ed arte. Convergenze tra filosofia, semiotica e storia (2014). Tra i suoi lavori più recenti Estetica ecologica (Milano, 2020) e Epistenology. Wine as Experience (New York, 2020).