Ricerca avanzata
Home Le Collane philosophica (229) 9788846756428
Libro cartaceo
€ 15,00 € 12,75
Sconto -15 %

Da Roberto Grossatesta a Jonathan Barnes

Dialoghi a distanza sulla teoria della dimostrazione in Aristotele

Autore/i: Amos Corbini

Collana: philosophica (229)

Pagine: 140
Formato: cm.14x22
Anno: 2019
ISBN: 9788846756428

Stato: Disponibile
  • Descrizione

Quando nel XIII secolo gli Analitici secondi di Aristotele divennero noti nella cultura universitaria di lingua latina, i commentatori si trovarono ad affrontarne tutte le sfide: cioè a chiarire cosa è la scientia, la forma più alta e certa di sapere, come essa si esprima nella forma più perfetta di sillogismo, la dimostrazione, e ad esaminare tutte le sue complesse esigenze logiche e metodologiche. 


Le riflessioni di Roberto Grossatesta, Simone di Faversham, Egidio Romano nel XIII secolo, e di Giovanni Buridano nel XIV presentano però anche un sorprendente gioco di assonanze (e divergenze) con interpretazioni contemporanee del pensiero aristotelico. In questo libro Mario Mignucci, Richard McKirahan, Michael Ferejohn, Jonathan Barnes e altri studiosi incrociano con le loro considerazioni i percorsi degli autori medievali: si dispiega così davanti a noi una polifonia di voci in dialogo, sebbene a distanza di secoli, sui caratteri dei nessi predicativi tipici delle premesse del sillogismo dimostrativo.


Amos Corbini insegna Storia della filosofia medievale all’Università di Torino. Dopo il volume La teoria della scienza nel XIII secolo. I commenti agli Analitici secondi (SISMEL-Edizioni del Galluzzo, Firenze 2006) ha continuato ad occuparsi di questa tradizione di pensiero estendendo le sue ricerche anche al secolo successivo con articoli in rivista e in volume.