Ricerca avanzata
Home Novità 9788846755254
Libro cartaceo
€ 29,00 € 24,65
Sconto -15 %

Opuscula Graeca

2010-2018

Autore/i: Mario Torelli

Collana: MOUSAI. Laboratorio di archeologia e storia delle arti (14)

Pagine: 200, ill.
Formato: cm.21x27
Anno: 2019
ISBN: 9788846755254

Stato: Disponibile
  • Descrizione

I tre volumi, che compaiono con il titolo comune di «Opuscula», raccolgono gli articoli di Mario Torelli, scritti tra il 2010 e il 2018, tra la data del suo pensionamento avvenuto nel 2010 e oggi, già pubblicati o in corso di stampa, non ricompresi nella sua miscellanea maggiore Σηαινειν Significare. Scritti vari di ermeneutica archeologica, pubblicata nel 2012; gli articoli sono stati suddivisi in modo che ciascuno dei volumi contenga tutti i lavori di quel periodo dedicati a una delle tre grandi civiltà del mondo antico, quella greca, quella etrusca e quella romana.
Questo volume in particolare è dedicato alla civiltà della madrepatria greca, delle colonie greche d’Occidente e della periferia italica sotto l’influenza diretta della cultura ellenica. Gran parte dei saggi qui presentati ha in comune il tema dell’archeologia del sacro, alcuni dei quali traggono origine dal commento al libro X di Pausania; fra questi lavori spiccano saggi su argomenti collegati a temi già in precedenza toccati dall’Autore, come la ricostruzione dei santuari di Adone di epoca arcaica e classica di Atene e di Locri e il riconoscimento della natura di fontana del c.d. “sacello” del santuario metapontino di S. Biagio alla Venella, o argomenti del tutto nuovi, come lo studio dei graffiti dai santuari di Eraclea Minoa, che comprendono alcune inattese dediche ad Aphaia e alla discussa dea nota in ambito geloo e agrigentino con il singolare nome di Polystephanos, tratto da un epiteto della divinità. Un capitolo importante riguarda il mondo italico, soprattutto lucano, collegato strettamente a quello magnogreco, con due contributi sulle tombe lucane di Paestum e la pagine conclusive di un convegno relativo al grande santuario cantonale di Rossano di Vaglio; un lungo articolo, che propone con altro titolo le conclusioni di un convegno ginevrino, riguarda il processo di costruzione degli ethne dell’Italia antica.


Mario Torelli è stato dal 1975 al 2010 professore ordinario di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana nelle Università di Cagliari e Perugia. È stato Visiting Professor in molte Università americane, inglesi, canadesi e francesi. È Socio dell’Accademia delle Scienze di Torino (dal 2001) e dell’Accademia Nazionale dei Lincei (dal 2011). Ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università di Tübingen, Germania (2007) e dall’Università di Jaén, Spagna (2013). Dal 2013 è Advisor del World Archaeological Forum di Shanghai (Repubblica Popolare Cinese). Nel 2014 ha ricevuto il Premio Internazionale Balzan per l’Archeologia Classica. È autore di 25 libri e di oltre 300 articoli scientifici.
I suoi interessi spaziano dagli studi sul mondo etrusco, con particolare riguardo alle tematiche relative all’arcaismo, all’ellenizzazione e alla rappresentazione figurata, a quelli sul mondo greco, con indagini sulle situazioni della Magna Grecia e al commento al testo di Pausania, a quelli sul mondo romano, che comprendono lavori sul rilievo storico romano e sulla romanizzazione dell’Italia.