Ricerca avanzata
Home Le Collane Canone teatrale europeo - Canon of European Drama (16) 9788846752918
Libro cartaceo
€ 29,00 € 24,65
Sconto -15 %

Saul

Autore/i: Vittorio Alfieri
A cura di: Laura Peja

Collana: Canone teatrale europeo - Canon of European Drama (16)

Pagine: 316, ill.
Formato: cm.14x21
Anno: 2018
ISBN: 9788846752918

Stato: Disponibile
  • Descrizione

Saul è uno dei lavori più maturi e artisticamente di successo di Alfieri, forse il suo capolavoro. Il volume offre un’analisi della tragedia che dà conto della sua storia testuale, del suo rapporto con fonti e modelli e della profonda qualità teatrale raggiunta dalla scrittura di Alfieri. L’opera è messa in relazione con i principali dibattiti culturali, artistici e politici della fine del XVIII secolo e cerca di gettare qualche nuova luce nella sua interpretazione. Se la finezza del ritratto psicologico dell’unico personaggio biblico che si trova nelle tragedie di Alfieri ha spesso portato a vedere Saul solo come un eccezionale esempio di poesia, l’idea principale del volume è che Saul sia anche strettamente coerente con l’impulso politico di Alfieri e in particolare sia la dimostrazione dell’idea dell’autore dell’inevitabile degenerazione di tutto il potere assoluto, anche di quello che potrebbe sembrare un potere benevolo. Saul è qui letto applicando il modello di Girard del desiderio mimetico, così mostrando che il suicidio di Saul non è l’annullamento di un personaggio che incarna una contraddizione insolubile, ma, per una volta nell’opera di Alfieri, è la vittoria del padre, il sacrificio del re che si afferma come padre sul tiranno.


Saul is one of the most mature and artistically successful of Alfieri’s works, perhaps his masterpiece. The volume offers an analysis of the tragedy which gives an account of its textual history, its relationship with the sources and models and the profound theatrical quality attained by Alfieri’s writing. The oeuvre is related to the main cultural, artistic and political debates of the late 18th century and seeks to shed new light on its interpretation. If the fineness of the psychological portrait of the only biblical character in Alfieri’s tragedies often results in Saul being seen only as an outstanding poetic work, the principal idea in the volume is that Saul is strictly consistent with Alfieri’s political impulse and in particular is intended to be a demonstration of the author’s idea of the inevitable degeneration of all absolute power, even when it might appear benevolent. Saul is here also read by applying Girard’s model of mimetic desire, showing that Saul’s suicide is not the annulment of the person who embodies an insoluble contradiction, but, for once in Alfieri’s oeuvre, the victory of the father, the sacrifice of the king who affirms himself as a father over the tyrant.


Laura Peja, PhD, è ricercatore in Discipline dello spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica di Milano, dove da tempo svolge attività didattica e di ricerca. Ha insegnato anche presso l’Università di Pavia e la Facoltà di musicologia di Cremona. Tra i suoi principali ambiti di ricerca: il teatro italiano tra XVIII e XX secolo e la drammaturgia europea contemporanea. Suoi saggi sono pubblicati in volumi e riviste nazionali e internazionali. È coordinatore della redazione di «Comunicazioni Sociali. Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies» (Vita e Pensiero, Milano) e fa parte del comitato direttivo di «Drammaturgia» (Firenze University Press) e del CIT, Centro di cultura e iniziativa teatrale “Mario Apollonio” dell’Università Cattolica.


Laura Peja, PhD, is a Lecturer in the Faculty of Arts and Philosophy at the Università Cattolica in Milan, where she has taught and conducted research for some time. She also taught at Pavia University and the Faculty of Musicology in Cremona. Among her primary areas of interest: Italian Theatre between the 18th and 20th centuries and contemporary European drama. Many of her essays have appeared in national and international journals and books.
She is the coordinator of the editorial board of “Comunicazioni Sociali. Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies” (Vita e Pensiero, Milan) and serves on the executive committee of “Drammaturgia” (Firenze University Press) and CIT, Center for theatrical culture and initiative “Mario Apollonio”, Università Cattolica.