Ricerca avanzata
Home Novità 9788846751225
Libro cartaceo
€ 25,00 € 21,25
Sconto -15 %

La Colonia di Circeii

Dal tardo arcaismo alla colonia di Cesare padre: santuari ed evidenze monumentali

Autore/i: Diego Ronchi

Collana: MOUSAI. Laboratorio di archeologia e storia delle arti (6)

Pagine: 176, Ill.
Formato: cm.21x27
Anno: 2017
ISBN: 9788846751225

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Recensioni

Nel volume della Forma Italiae del 1928 dedicato a Circeii Giuseppe Lugli compendiò, in modo sistematico, i dati provenienti dalla sua accurata ricognizione con l’edito disponibile. Se i meriti di questo lavoro monumentale sono innegabili, questa sintesi tuttavia sigillò, con un aspetto uniforme ed in certo modo definitivo, numerose questioni ancora aperte e meritevoli di approfondimento. Da questo spazio interpretativo lasciato aperto dalla Forma Italiae, e dalla necessità di un’integrazione del materiale edito ormai quasi un secolo fa, nasce l’opportunità di questo contributo.
L’Autore, partendo dalla constatazione che, il più delle volte, l’identificazione tra luoghi menzionati dalle fonti e siti identificati sul terreno è stata ottenuta adoperando indizi modesti e non univoci, dedica la prima parte del contributo all’analisi delle informazioni e degli strumenti adoperati per proporre tali identificazioni. Il volume, prima di offrire una lettura diacronica di insieme, discute individualmente le grandi tematiche che caratterizzano il popolamento antico del territorio: il suo contesto mitologico, la sua edilizia religiosa e le principali arterie di comunicazione. Questo approccio ha permesso numerose nuove acquisizioni tra cui l’identificazione di un santuario dedicato a Venere, la definizione della cronologia e delle modalità di recezione dei maggiori culti locali, l’individuazione di una colonia dedotta al Circeo dal padre di Cesare e la ricostruzione diacronica dei sistemi di viabilità egemone e di navigazione interna che legavano la colonia al resto del Lazio.
Il volume è l’esito di vari anni di indagini archeologiche condotte al Circeo in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale del Circeo e con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, e dell’esigenza di integrare le nuove evidenze con l’edito ed i materiali d’archivio. Da questo sforzo di sintesi emerge, vivida, l’immagine della piccola ed antica colonia di Circeii, le priorità della sua élite, e le risposte che vennero date all’incalzare degli eventi nel periodo compreso tra la fine del VI secolo a.C. ed i primi anni dell’impero.


Diego Ronchi, laureato in topografia antica presso La Sapienza Università degli Studi di Roma, con una tesi dal titolo La cartografia archeologica del Parco Nazionale del Circeo, è Dottore di Ricerca in Archeologia Classica presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con una tesi riguardante i fenomeni insediativi del Lazio meridionale con particolare riguardo all’area del Circeo. Borsista dell’Accademia Nazionale dei Lincei – Fondazione Balzan nell’ambito del progetto di ricerca Santuari antichi di area etrusco – laziale: interferenze religiose e culturali e borsista dell’Accademia Nazionale dei Lincei – Fondazione Generali nell’ambito del progetto “Santuari virgiliani nel Lazio antico”. Collabora attivamente con Enti pubblici, per i quali ha diretto e partecipato a numerose campagne di scavo, rilievo e ricognizione, occupandosi di archeologia del territorio, del costruito e di archeologia del culto.