Ricerca avanzata
Home Le Collane Obliqui (35) 9788846740274
Libro cartaceo
€ 12,00 € 10,20
Sconto -15 %

Galilei e la matematica della natura

Autore/i: Alfredo Ferrarin

Collana: Obliqui (35)

Pagine: 120
Formato: cm.14x21
Anno: 2014
ISBN: 9788846740274

Stato: Disponibile
  • Descrizione


Cosa significa interrogarsi oggi sul significato della scienza di Galilei a quattrocentocinquant’anni dalla sua nascita? Qual è la sua importanza per la filosofia moderna?
Per rispondere a queste domande non basta soffermarsi sulle conseguenze teoriche o epistemologiche delle scoperte scientifiche del genio pisano. Più urgente filosoficamente è indagare come con Galilei l’analisi matematica del sensibile renda possibile un nuovo concetto di natura, e con questo un nuovo concetto di esperienza e di realtà e una nuova relazione tra fenomeni e intelligibilità.
Non meno importante, e meno studiato, è il ruolo dell’immaginazione. Se la natura parla soltanto a chi sappia porle le domande giuste, Galilei è il maestro dell’immaginazione scientifica, cioè della capacità di vedere quello che altri non vedono e di andare contro quanto testimoniato dai sensi.

Alfredo Ferrarin insegna Filosofia Teoretica all’Univesità di Pisa. È autore di vari saggi apparsi su riviste e volumi collettanei in Italia e all’estero su Kant, Hegel, Aristotele, Hobbes, Husserl, Cartesio, Platone. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui Hegel and Aristotle (Cambridge University Press, 2001); Saggezza, immaginazione e giudizio pratico. Studio su Aristotele e Kant (ETS, 2004); The Powers of pure Reason. Kant and the Idea of Cosmic Philosophy (University of Chicago Press, 2015).