Ricerca avanzata
Home Le Collane anglica (1) 9788846739698
Libro cartaceo
€ 12,00 € 10,20
Sconto -15 %

Macaire

Farsa melodrammatica in tre atti

Autore/i: Robert Louis Stevenson , William Ernest Henley
A cura di: M. Serena Marchesi

Collana: anglica (1)

Pagine: 126
Formato: cm.14x21
Anno: 2014
ISBN: 9788846739698

Stato: Disponibile
  • Descrizione

Inedito in Italia e oggi pressoché sconosciuto in Gran Bretagna, Macaire è un dramma scritto da Robert Louis Stevenson e William Ernest Henley fra il 1884 e il 1885. Prima di entrare nel dramma di Stevenson, Il personaggio di Robert Macaire, un evaso che si finge gentiluomo, era stato protagonista di una lunga tradizione letteraria, francese prima e inglese poi, che ne aveva consacrato la figura nell’immaginario collettivo ottocentesco.
Macaire è uno spietato criminale: ladro, truffatore, potenziale assassino, completamente privo di scrupoli. Egli tuttavia ammanta la sua cinica, irrefrenabile malvagità delle massime e dei toni soavi della più mielata filantropia e riveste di una patina di sentimentalismo la sua assoluta mancanza di sentimenti. Così, scisso fra realtà e apparenza e fra le due parti inconciliabili del proprio personaggio, Robert Macaire diventa una delle migliori incarnazioni del “doppio” stevensoniano.
Satira feroce del moralismo vittoriano e di ogni altro facile perbenismo, con la sua sconfinata, ironica crudeltà questa “farsa melodrammatica” è ancora pienamente godibile e tragicamente attuale.

M. Serena Marchesi insegna Letteratura Inglese presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, dove è ricercatore. Ha pubblicato saggi sull’intertestualità in Tennyson, Christina Rossetti, Robert Browning, Charles Kingsley, John Ruskin, Wilkie Collins, T.S. Eliot, Salman Rushdie. Del 2007 la sua monografia Temi cristiani nell’opera poetica di Alfred Tennyson (Congedo), del 2009 Eliot’s Perpetual Struggle: The Language of Evil in Murder in the Cathedral (Olschki), del 2012 l’edizione critica del dramma di John Baldwin Buckstone, Robert Macaire, or, The Exploits of a Gentleman at Large (Olschki), in cui ha riscoperto e analizzato un’altra incarnazione ottocentesca del personaggio di Robert Macaire.