Ricerca avanzata
Home Le Collane Anthropoi. Studi e materiali di Antropologia storica del mondo antico (7) 9788846729552
Libro cartaceo
€ 24,00 € 20,40
Sconto -15 %

Le diverse percezioni del tempo nell'epica greca arcaica

Studi sull'Iliade e l'Odissea

Autore/i: Carlamaria Lucci

Collana: Anthropoi. Studi e materiali di Antropologia storica del mondo antico (7)

Pagine: 290
Formato: cm.15,5x22,5
Anno: 2011
ISBN: 9788846729552

Stato: Non disponibile
  • Descrizione

Studiare le percezioni del tempo, nell'epica greca arcaica, significa porsi il problema del rapporto tra narrazione epica e diacronia di civiltà. L'assunzione della genesi formulare, tradizionale e verisimilmente orale dell'epos induce a postulare un rapporto non con una, ma con plurime forme di realtà, collocabili nelle così dette Età Oscure della Grecia. Rispetto alla successiva fase di ricezione, questo libro si interroga sulla possibilità che i fruitori dell'epica, suscettibili di identificazione con i membri delle poleis, avessero percezione del carattere diacronicamente stratificato della tradizione che li aveva preceduti. Oggetto privilegiato dell'indagine saranno le così dette "metanarrazioni", racconti particolari entro il racconto generale dell'epica, attribuiti a eroi o a divinità, aventi per oggetti momenti esterni all'azione principale dei poemi, per lo più passati. La funzione storicamente determinata della memoria andrà delineandosi attraverso l'interazione dialettica fra passato e presente, fra strati della tradizione e strati della ricezione epica, concretamente identificati mediante l'analisi incrociata di forme della narrazione e forme della realtà.

Carlamaria Lucci si è laureata a Pisa in Antropologia del Mondo Antico. Presso la medesima Università, ha conseguito il dottorato in Filologia e Letterature Greca e Latina, con una tesi sulle percezioni del tempo nell'Iliade. Collabora con il Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università di Losanna e con l'Unità di Ricerca in Antropologia Storica del Mondo Antico, presso il Dipartimento di Filologia Classica dell'Università di Pisa. Ha pubblicato un saggio sulla storia iliadica di Bellerofonte nel volume Polivalenze epiche della collana Anthropoi.