Ricerca avanzata
Home Le Collane philosophica (233) 9788846757128
Libro cartaceo
€ 22,00 € 18,70
Sconto -15 %

Hegel & Sons

Filosofie del riconoscimento

Autore/i: AA.VV.
A cura di: Jamila M.H. Mascat e Sabina Tortorella

Collana: philosophica (233)

Pagine: 316
Formato: cm.14x22
Anno: 2019
ISBN: 9788846757128

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Galleria fotografica

Il presente volume, che intende rendere omaggio alle ricerche filosofiche di Paolo Vinci, raccoglie ventiquattro contributi di studiosi e studiose che negli anni hanno avuto l’occasione di discutere e collaborare con lui. Il titolo, Hegel & Sons, richiama volutamente il Marx & Sons di Jacques Derrida, rinviando tanto a Hegel quanto alla posterità hegeliana, costellata di filiazioni di ogni sorta e per lo più ribelli (da Marx ad Adorno a Benjamin passando per Heidegger, Kojève, Lacan), ovvero rinviando ai due ambiti principali nel solco dei quali Vinci ha sviluppato le sue riflessioni. Il sottotitolo, Filosofie del riconoscimento, fornisce, invece, un’indicazione tematica più precisa, valorizzando l’elemento concettuale che è stato a lungo l’oggetto prediletto degli studi hegeliani di Paolo Vinci, in modo indipendente e per certi versi dissonante rispetto all’emergenza del dibattito sull’Anerkennung inaugurato da Ludwig Siep e consacrato più recentemente dai lavori di Axel Honneth.


Jamila M. H. Mascat è ricercatrice presso il dipartimento di Studi Culturali dell’Università di Utrecht. Ha pubblicato Hegel a Jena. La critica dell’astrazione (Pensamultimedia 2011) e tradotto G.W.F. Hegel, Il Bisogno di filosofia. 1801-1804 (Mimesis 2014, con C. Belli). Ha co-curato i seguenti volumi: Femministe a parole (Ediesse 2012); M. Tronti, Il demone della politica. Antologia di scritti. 1958-2015 (Il Mulino 2017) e The Object of Comedy. Philosophies and Performances (Palgrave Macmillan 2020).



Sabina Tortorella insegna all’Università Paris 1 Panthéon-Assas e all’Università Paris 2 Panthéon-Sorbonne ed è membro dell’Institut Michel Villey. Ha co-curato due numeri su «L’idealismo tedesco e la questione sociale» per la rivista Pólemos. Materiali di filosofia e critica sociale nonché i volumi Marx et le droit (Dalloz 2019) e Les équivoques de l’institution: normes, individu et pouvoir (Classiques Garnier 2020). Ha inoltre tradotto in italiano il libro di E. Fassin, Contro il populismo di sinistra (Manifesto Libri 2019).