Ricerca avanzata
Home Novità 9788846753595
Libro cartaceo
€ 15,00 € 12,75
Sconto -15 %

La situazione italiana a un quarto di secolo dalla Conferenza Mondiale sulle Donne di Pechino

Il gap di genere tra ostacoli nel mondo del lavoro e stereotipi culturali

Autore/i: Aa.Vv.
A cura di: Rita Biancheri , Giovanna Spatari

Collana: potenziali (2)

Pagine: 166
Formato: cm.14x21
Anno: 2018
ISBN: 9788846753595

Stato: Disponibile
  • Descrizione

La Conferenza Mondiale sulle Donne di Pechino del 1995 rappresenta tuttora un punto di riferimento per i diritti e l’equità di genere. Ripercorrere le tematiche che hanno caratterizzato l’ampia articolazione degli interventi e delle proposte politiche ha un duplice scopo: da una parte far emergere a più di vent’anni dall’incontro la lentezza dei cambiamenti nel superare le asimmetrie e realizzare l’effettiva parità, dall’altra sostenere la ricerca individuando nuovi contributi per proseguire, senza scoraggiarsi e con determinazione, verso una società più giusta in grado di promuovere le capacità femminili, mettendo al centro il valore della differenza. Il volume si propone, condividendo l’obiettivo con tutti/e quelli/e che hanno voluto partecipare a questa pubblicazione, di mantenere viva l’attenzione su argomenti cruciali per la crescita dell’intera società, dalla sfera familiare all’ambito occupazionale e formativo, ricordando anche l’impegno di chi ha dato tanto per far sì che le nuove generazioni abbiano una qualità della vita migliore.


Rita Biancheri è docente presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa e si occupa di studi di genere con particolare attenzione alla salute e alle carriere femminili, temi ai quali ha dedicato numerose pubblicazioni. Su questo tema ha inoltre coordinato il progetto europeo TRIGGER (Transforming Institutions by Gendering contents and Gaining Equality in Research).


Giovanna Spatari è docente di Medicina del Lavoro presso il Dipartimento di Scienze biomediche, odontoiatriche e delle immagini morfologiche e funzionali dell’Università di Messina. Si occupa di didattica di genere con particolare riferimento alla salute delle donne e al lavoro nell’ambito dei CdS di area medica, ed è autrice di pubblicazioni sul tema. È componente del gruppo di lavoro nazionale sui temi di genere della Società Italiana di Medicina del Lavoro (SIML) e, in atto, Vice Presidente del CUG di Ateneo.