Ricerca avanzata
Home Primo piano 9788846750761
Libro cartaceo
€ 24,00 € 20,40
Sconto -15 %

Carteggio 1919-1973

Autore/i: Martin Heidegger , Karl L÷with
A cura di: Alfred Denker , Giovanni Tidona
Traduzione di: Giovanni Tidona

Collana: philosophica (195)

Pagine: 262
Formato: cm.14x22
Anno: 2017
ISBN: 9788846750761

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Galleria fotografica
  • Recensioni

La traduzione e curatela italiana dell’epistolario di Martin Heidegger e Karl Löwith – 124 lettere e cartoline redatte tra il 1919 e il 1973 e corredate da un’ampia introduzione storico-filosofica – offre oggi al lettore un inedito e decisivo documento circa l’intenso e al contempo discorde rapporto filosofico e umano tra il maestro e il suo primo allievo.
I tentativi di Löwith di entrare in autentico contatto con un maestro la cui grandezza di pensiero rappresentava un ingombro invalicabile si rivelano per quello che erano, mostrano cose del passato / mai raggiunte, destinate a rinuncia (documento 122). La relazione tra i due si configura come un parricidio mancato e viene posta al termine del carteggio sotto una luce che attende. Non è dunque una riconciliazione quella che suggella l’epistolario, bensì la riconferma, sub mutata specie poetica, del carattere di apertura irrisolta di un rapporto già da sempre datosi esattamente nel modo in cui uomini isolati possono stare autenticamente insieme: nell’esistenza (documento 25).
A campeggiare sullo sfondo è, ancora una volta, la metafora della Lichtung, la stessa metafora della radura di luce che aveva dato corpo filosofico alla discordia insorta a causa dei Saggi su Heidegger.


Giovanni Tidona (Scicli, 1982) è Vertretungsprofessor in Filosofia presso la Pädagogische Hochschule di Heidelberg. I suoi campi di ricerca sono l’ontologia sociale, la filosofia contemporanea tedesca, la xenologia. Principali pubblicazioni: Ding und Begegnung (Alber, Friburgo, 2014), Gemeinschaften. Figuren der Lebensteiligkeit (Alber, 2018); Fremdheit (Mattes, Heidelberg, 2018). Ha curato lo scritto di abilitazione di Karl Löwith Das Individuum in der Rolle des Mitmenschen (Alber, 20162).