Ricerca avanzata
Home Le Collane Scritture della visione (21) 9788846749116
Libro cartaceo
€ 32,00 € 27,20
Sconto -15 %

La scoperta dell'attore cinematografico in Europa

Attorialità, esperienza filmica e ostentazione durante la seconde époque

Autore/i: Mattia Lento

Collana: Scritture della visione (21)

Pagine: 368
Formato: cm.14x22
Anno: 2017
ISBN: 9788846749116

Stato: Disponibile
  • Descrizione

Questo studio dà conto della rivoluzione produttiva, distributiva e spettacolare avvenuta a partire dal 1910 con l'irrompere dei film di Asta Nielsen e ricostruisce le caratteristiche peculiari del cinema della seconde époque, ovvero del cinema europeo degli anni Dieci, un periodo in cui l’istituzione cinematografica è impegnata a valorizzare e negoziare la novità costituita dall'attore. Il suo emergere è stato interpretato come naturale conseguenza della sempre maggiore importanza assunta dalla narrazione oppure confuso con la nascita del divismo. Coniugando ricerca storico-empirica, analisi filmica, teoria cinematografica e teatrale, La scoperta dell'attore cinematografico in Europa intende gettare nuova luce su un processo finora sottovalutato e su un momento storico considerato troppo spesso come mero momento di transizione tra cinema delle origini e cinema narrativo classico. Inoltre, a partire da un'indagine storicamente situata, questa ricerca intende offrire anche nuovi strumenti di analisi della recitazione cinematografica, che tengano conto non soltanto dell'agire attoriale, ma anche della mediazione e della ricezione della performance.


Mattia Lento ha conseguito il dottorato in Storia e teoria del cinema presso l'Università di Zurigo e l'Università degli Studi di Milano. Attualmente è borsista del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica ed è ricercatore ospite presso l'Università di Innsbruck. Ha tenuto corsi in diverse università, ha pubblicato numerosi saggi sul cinema ed è inoltre attivo come giornalista radiofonico e critico cinematografico.