Ricerca avanzata
Home Le Collane Clockwork. Gente di cinema (1) 9788846733245
Libro cartaceo
€ 13,00 € 11,05
Sconto -15 %

La voce di dentro

Il cinema di Toni Servillo

Autore/i: aa.vv.
A cura di: Claudio Carabba , Giovanni M. Rossi

Collana: Clockwork. Gente di cinema (1)

Pagine: 142, ill.
Formato: cm.14x21
Anno: 2012
ISBN: 9788846733245

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Video
  • Galleria fotografica
  • Recensioni
  • Link correlati

Toni Servillo, napoletano, classe '59, di professione attore. Dopo aver dominato la scena teatrale come interprete e come regista sotto il segno di Eduardo De Filippo e averne rinnovato la tradizione con una continua, intelligente ricerca ancora in pieno svolgimento, nell'ultimo decennio ha progressivamente «invaso» con il suo volto, le sue rughe significanti, la sua voce, la sua camminata, la sua maturità espressiva, anche la parte migliore del cinema italiano, lavorando con autori importanti come Mario Martone, Antonio Capuano, Paolo Sorrentino, Matteo Garrone, Andrea Molaioli, e ora con Daniele Ciprì e Marco Bellocchio.

Dove è riposto il segreto di questa sorprendente esplosione di un attore che in breve tempo ha conquistato la stima e l'affetto del pubblico e della critica nazionale e internazionale? Questo libro a più voci cerca di scoprirlo, analizzando soprattutto la sua folgorante carriera cinematografica, per rintracciare in ogni film da lui interpretato le innumerevoli tessere luminose che vanno a formare in crescendo il mosaico della sua personalità artistica.


Con scritti di: Claudio Carabba, Federico Ferrone, Marco Luceri, Luigi Nepi, Gabriele Rizza, Giovanni M. Rossi, Augusto Sainati, Stefano Socci, Chiara Tognolotti, Massimo Tria, Marco Vanelli, Franco Vigni.


Claudio Carabba (1943), giornalista e critico cinematografico, attualmente lavora per Sette-Corriere della sera. Ha pubblicato alcuni volumi sui rapporti tra il fascismo, il cinema e i fumetti: Il fascismo a fumetti (Firenze, 1973); Il cinema del ventennio nero (Firenze, 1974); Corrierino, Corrierona: la politica illustrata del Corriere della sera (Milano, 1988). Per Einaudi ha curato un'antologia degli scritti giovanili di Federico Fellini (Racconti umoristici: Marc'Aurelio 1939-1942, Torino, 2004).

Giovanni M. Rossi (1947), giornalista pubblicista, saggista, ha ricoperto il ruolo di critico cinematografico per quotidiani e riviste specializzate, oltre a dirigere e programmare cineclub, sale d'essai, festival internazionali. Ha pubblicato numerosi volumi sulla storia e critica del cinema per La Casa Usher, Marsilio, Aida, fino al recente Idee di cinema. L'arte del film nel racconto di teorici e cineasti (Milano, 2010).