Ricerca avanzata
Home Le Collane Difforme (5) 9788846728852
Libro cartaceo
€ 18,00 € 15,30
Sconto -15 %

Visioni di guerra

La fabbrica del consenso nel cinema hollywoodiano

Autore/i: Stefano Alpini

Collana: Difforme (5)

Pagine: 186
Formato: cm.14x21
Anno: 2011
ISBN: 9788846728852

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Video
  • Link correlati

"Giovani, oltre le nuvole! Sprezzanti del pericolo! Amano, lottano, sfidano la morte! Questo è Wings!". Da Hollywood a Westpoint il passo è breve. In quasi un secolo di cinema, da Wings del 1927 ai più recenti Patton, generale d'acciaio e M*A*S*H, fino a Salvate il soldato Ryan e The Hurt Locker, l'opinione pubblica internazionale si è abituata al dialogo costante tra la cinematografia e i vertici militari statunitensi.

Contro questa abitudine radicata, l'analisi sociologica dei prodotti visivi rivela la relazione per quello che è: un gigantesco dispositivo in cui il potere politico, militare e cinematografico si compenetrano, inscrivendosi intimamente nella storia strategica americana e determinandone la singolarità. La produzione di strategia e la sua attuazione sono quindi legate a una produzione cinematografica specifica, un «cinema di sicurezza nazionale» pervaso da grandi temi sociopolitici che propongono un'interpretazione per immagini.

Siamo nell'ambito di uno dei settori caratteristici della sociologia visuale, quello sulle immagini, il cui obiettivo è far entrare l'immagine nel processo di conoscenza della realtà sociale e in cui la particolare dimensione scelta (visuale) viene considerata un fenomeno sociale totale, rivelatore di quella rete di interconnessioni che costituisce il sistema socio-culturale o, più semplicemente, la «società umana», a cui il sociologo o l'antropologo rivolgono la propria attenzione.

Stefano Alpini si è specializzato in Storia della sociologia presso l'Università di Bordeaux (Francia) conseguendo poi il Dottorato di ricerca in Sociologia dello sviluppo. Attualmente si occupa di temi legati all'influenza sociale dei mass media, di sociologia visuale e lavora presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Pisa in qualità di manager didattico.

  • Dello stesso Autore | "Sociologia del cinema. I mutamenti della società italiana attraverso opere cinematografiche"