Ricerca avanzata
Home Le Collane philosophica (4) 88-467-0930-6
Libro cartaceo
€ 11,00 € 9,35
Sconto -15 %
Scintille ebraiche.
Spinoza, Vico e Benamozegh

Scintille ebraiche

Spinoza, Vico e Benamozegh

Autore/i: Leonardo Amoroso

Collana: philosophica (4)

Pagine: 156
Formato: cm.14x22
Anno: 2004
ISBN: 88-467-0930-6

Stato: Disponibile
  • Descrizione
  • Recensioni

Secondo la qabbalà ci sono scintille di luce divina che sono rimaste imprigionate in scorze estranee e che, tramite l’osservanza dei precetti, possono essere liberate e fatte risalire verso l’alto, contribuendo così a riparare il mondo. Elia Benamozegh utilizza questa immagine per indicare metaforicamente gli elementi da recuperare e valorizzare in religioni e tradizioni diverse dall’ebraismo. Questo libro, a sua volta, va in cerca di “scintille ebraiche”, frugando non solo l’opera di Benamozegh, paladino dell’ebraismo, ma anche quella dell’ebreo transfuga Spinoza e quella del cattolico Vico. Di Spinoza discute le due opere in cui il riferimento alla civiltà ebraica è tematico, cioè il Tractatus theologico-politicus e il Compendium grammatices linguae hebraeae. Di Vico rilegge il grandioso progetto storico-filosofico di una Scienza nuova a partire dal riferimento imprescindibile (e, invece, spesso trascurato) alla storia e alla civiltà degli ebrei. Di Benamozegh presenta le idee storico-filosofiche di fondo, sul rapporto fra mosaismo e noachismo e su quello fra ebraismo e cristianesimo, quali risultano soprattutto da Israël et Humanité e da Morale juive et morale chrétienne. Il libro si conclude discutendo del rapporto di Benamozegh con gli altri due filosofi, cioè della sua interpretazione di Spinoza come cabbalista deviato e della sua applicazione dell’ermeneutica vichiana alla Torà.